UIR E ENEL LOGISTICS, IMPEGNO CONDIVISO SU DEPOSITI DOGANALI E RILANCIO DEI TERRITORI

La UIR (Unione Interporti Riuniti) e Enel Logistics, società del Gruppo Enel hanno deciso di collaborare per realizzare una rete di depositi doganali nelle aree non utilizzate di alcune centrali elettriche sul territorio italiano, secondo i principi dell’economia circolare. Attraverso la riconversione e il riutilizzo dei siti per nuove attività, il progetto intende generare ulteriori opportunità di sviluppo per i territori che hanno ospitato l’attività di produzione energetica.

E’ quanto emerso da un incontro al quale hanno partecipato, per la UIR, il Presidente Matteo Gasparato, il Vice Presidente Rocco Guido Nastasi ed il segretario generale, Marcello Mariani ed Alberto Milotti, Responsabile Marketing e Progetti Europei presso Consorzio ZAI – Interporto Quadrante Europa Verona.; per Enel Logistics l’Amministratore Unico Andrea Angelino, il Direttore operativo Stefano Pavan e il Responsabile Affari Istituzionali Territoriali di Enel Gaetano Evangelisti. 

“Questo incontro – spiega il presidente della UIR, Matteo Gasparato, – è stata l’occasione per fare il punto sulla situazione e sulle misure da mettere in campo per la riqualifica degli asset di alcuni dei principali porti italiani.  È ampiamente condivisa con Enel l’idea che il sistema Paese debba utilizzare tutti gli strumenti e le risorse necessarie per riqualificare i porti italiani

“Enel ha delineato già da tempo una strategia incentrata sui principi dell’economia circolare – ha affermato Andrea Angelino, Amministratore Unico di Enel Logistics – e per questo la nuova società vuole realizzare delle progettualità finalizzate a riconvertire asset del Gruppo Enel, presenti in aree strategiche quali quelle portuali, in depositi doganali e rivalorizzarli. Abbiamo migliaia di metri quadri a disposizione per l’implementazione di questi progetti, ed è importante sfruttare al meglio la posizione strategica della penisola italiana al fine di creare ricchezza sia per il territorio dove andremo a operare, che per l’intero Paese”.

Gli interlocutori si sono impegnati a lavorare in maniera congiunta a partire dai progetti già presentati da Enel.

Molto apprezzate, infine, anche le tematiche del gruppo di lavoro della UIR dedicato al settore energia. UIR Energia ha iniziato a seguire infatti il processo di efficientamento energetico ed elettrificazione negli interporti associati all’Unione. Anche su questi aspetti sono state individuate opportunità di collaborazione, dal momento che Enel offre soluzioni innovative per i clienti che vogliono rendere più sostenibili le proprie attività, come produzione da fonti rinnovabili, efficientamento energetico, illuminazione efficiente e intelligente e infrastrutture di ricarica per la mobilità elettrica.

Altre notizie